Le nostre news

Prorogata al 15 ottobre 2014 la data entro cui dovranno essere adeguati i libretti degli impianti termici. Lo ha deciso il Ministero dello Sviluppo Economico con il DM 20 giugno 2014.

Il nuovo decreto modifica i termini previsti in base al quale gli impianti termici dovevano essere dotati del Libretto di impianto per la climatizzazione dal primo giugno 2014. I libretti dovranno essere compilati secondo i modelli contenuti nel DM 10 febbraio 2014 in base a quanto previsto dal Regolamento in materia di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione e ispezione degli impianti termici (Dpr 74/2013).

Immagine11111111111111111111111111111

Slitta al 15 ottobre anche l’obbligo di redigere il “Rapporto di efficienza energetica”.

Si tratta di un obbligo che riguarda solo gli impianti termici di climatizzazione invernale di potenza utile nominale maggiore di 10 kW e di climatizzazione estiva di potenza utile nominale maggiore di 12 kW, con o senza produzione di acqua calda sanitaria. Sono invece esclusi dall’obbligo di redigere il rapporto di efficienza energetica, “ma non dalla compilazione del libretto di impianto”, gli impianti termici alimentati esclusivamente con fonti rinnovabili.

Per qualsiasi informazione al riguardo non esitate a contattare i tecnici di ONE+.

HACCP: sono passati circa 60 anni da quando NASA mise a punto questo sistema per garantire ai propri astronauti di non essere avvelenati da quanto mangiato in orbita intorno alla terra; ne sono passati circa 20 dalla prima direttiva europea, ben 17 dal decreto 155/1997 e l’attuale Regolamento Europeo è del 2004…..eppure trovare un’azienda dove questi 4 pilastri non traballino un po’ è ancora difficile…..

One + , grazie a competenze 30ennali nell’area della ristorazione collettiva pubblica e privata, può aiutare chi si occupa professionalmente di ristorazione collettiva (dal ristorante-boutique al grande centro di cottura) a capire esattamente dove i suoi ospiti rischiano la propria salute e il ristoratore, salatissime sanzioni.

Torino Smart City e Casaclima si alleano per la certificazione in Piemonte

L’accordo punta a promuovere il marchio di qualità’ dell’agenzia nella regione. La Fondazione Torino smart city diventera’ ente autorizzato al rilascio delle certificazioni Casaclima

E’ stata siglata giovedì 5 giugno, Giornata mondiale dell’ambiente, la convenzione tra la Fondazione Torino Smart City e l’Agenzia per l’energia Alto Adige CasaClima per la diffusione e l’applicazione della certificazione di qualità “CasaClima” nella Regione Piemonte. In virtù dell’accordo quinquennale e in seguito ad un percorso di approfondimento tecnico, la Fondazione Torino Smart City diventerà ente autorizzato al rilascio delle certificazioni CasaClima nella Regione Piemonte.

Immagine 16 GIUUUUUUUUU

Sono 48 gli edifici certificati CasaClima in Piemonte, cui si aggiungono altri 85 attualmente in fase di costruzione: edifici residenziali, commerciali, direzionali e scolastici, sia pubblici che privati. Di questi molti sono relativi ad interventi di ristrutturazione, riuso e complessiva riqualificazione energetica in grado di abbattere anche il 90% del fabbisogno energetico e di garantire nuovo valore e migliore qualità di vita per i fruitori. A conclusione di questi interventi 1.000 tonnellate di CO2 saranno risparmiate ogni anno e migliaia di piemontesi vivranno e lavoreranno in ambienti più sani, confortevoli e che non spendono quasi nulla per mantenersi efficienti.

Torino punta sempre più all’efficienza e si è candidata a divenire una “città intelligente”, capace di produrre alta tecnologia, ridurre i consumi energetici degli edifici, promuovere trasporti puliti e migliorare in generale la qualità della vita dei suoi abitanti all’ insegna delle basse emissioni di anidride carbonica.

ONE+, attraverso tecnici qualificati facenti parte del Network, è in grado progettare nuovi edifici o risanare edifici esistenti, secondo gli standard di cui sopra e di assistere il Committente al raggiungimento della Certificazione CasaClima.

Ma perchè le disabilità fisiche o psichiche sono ancora affrontate in modo così superficiale, marginale e, fatemelo dire, criminale? La cosa NON è giustificabile per un datore di lavoro, ma ancora di più per un professionista che dispone di norme tecniche, linee guida, informazioni precise su come progettare e realizzare una struttura pubblica o privata perchè, in caso di emergenza, una condizione già fortemente limitante non si riveli per quello che è: un rischio mortale!
Due semplicissime – ma utili – linee guida INAIL spiegano cosa fare ma, per un parere professionale completo e qualificato, il nostro network può senzaltro dare una mano.

Premio imprese per la sicurezza    

Inail e Confindustria hanno indetto la 3°edizione del concorso a premi per investimenti e attività aziendali destinate alla prevenzione e alla sicurezza sul lavoro.

Sono ammesse a partecipare imprese produttrici di beni e servizi, che possono iscriversi per categorie di partecipazione, in base alla tipologia di rischio aziendale e dimensione dell’impresa.

Il concorso si sviluppa in due fasi: la prima, con termine il 5 luglio, in tre parti, prevede tre serie di domande finalizzae a stilare una classifica sulla base della valutazione delle risposte, che consentirà agli aventi diritto l’accesso alla seconda fase, nella quale i candidati dovrannno spiegare in una Application guidata l’esperienza aziendale compiuta nella gestione della sicurezza.

La scadenza per iscriversi al concorso è il 5 luglio 2014.

http://sicurezzasullavoro.inail.it/CanaleSicurezza/DettaglioNews/UCM_135315.html

Per maggiori ragguagli contattate il nostro Network ONE+

aaaaaaaaaaaaa

 

 

Si è svolta oggi dalle ore 8:30 alle ore 12:30 la riunione del CD volta a definire le strategie future di ONE+

Scuole, in arrivo 350 milioni di euro per l’efficientamento energetico

Il Governo sta per approvare lo stanziamento di 350 milioni di euro “con un tasso agevolatissimo” e l’istituzione di un Fondo rotativo per interventi di efficientamento energetico negli edifici pubblici, con priorità per le scuole.

ggggggggggggggg2

Lo ha annunciato il Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti. Nel decreto c’è anche lo sblocco immediato di risorse per gli interventi urgenti di risanamento idrogeologico.

Gli altri obiettivi indicati dal Ministro Galletti sono: aumentare la quota di energia consumata proveniente da fonti rinnovabili e migliorare l’efficienza energetica, promuovendo le opportunità di sviluppo locale, “Un obbligo però – ha concluso il Ministro – deve essere quello del rispetto dell’impegno di spesa: se critichiamo l’Unione Europea e siamo i primi a non riuscire a spendere i soldi che la stessa UE ci consegna, diventiamo deboli. Dobbiamo dare all’UE un segno politico di virtuosità”.

Sulla questione degli investimenti nella ristrutturazione delle scuole è intervenuto anche il Ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi esprimendosi come segue: “Le risorse dei Comuni destinate alla ristrutturazione delle scuole sono escluse dal Patto di stabilità interno”.

Parliamo di una somma pari a 122 milioni di euro annui per il 2014 e il 2015, ai quali si potrebbero aggiungere altri 300 milioni di euro provenienti dalla eventuale riprogrammazione, da parte del Cipe, del Fondo per lo sviluppo e la coesione 2014-2020.

Bonus mobili e ristrutturazioni, chiarimenti delle Entrate in vista della dichiarazione redditi 2014

La circolare n. 11/E dell’Agenzia delle Entrate contiene nuovi chiarimenti necessari per la compilazione della dichiarazione redditi 2014.

In particolare, l’Agenzia afferma che sono detraibili le spese sostenute per interventi di recupero del patrimonio edilizio anche quando sono sostenute da una società finanziaria che materialmente esegue il pagamento, purché venga eseguito tramite bonifico bancario.

Inoltre, l’Agenzia conferma la detrazione delle spese di ristrutturazione per i familiari conviventi del possessore o detentore dell’immobile che hanno sostenuto parte delle spese.

ffffffff

Sono detraibili anche le spese sostenute all’estero. In particolare, sarà possibile ottenere le detrazioni acquistando mobili da un’impresa residente all’estero che non dispone di un conto corrente italiano, a patto che il pagamento venga eseguito tramite bonifico ordinario internazionale e contenga, oltre ai dati richiesti dalla normativa, il numero di partita Iva e il codice fiscale o analogo codice estero.

L’Agenzia delle Entrate spiega nella circolare che avranno diritto al bonus mobili anche i contribuenti che eseguano lavori di manutenzione straordinaria su impianti tecnologici di singoli immobili per ottenere risparmi energetici.

L’agevolazione invece non spetta per la realizzazione di posti auto di pertinenza dell’abitazione.

Si ricorda infine che nel Decreto Casa, diventato legge settimana scorsa, è stato svincolato il bonus di 10mila euro per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici dalla somma che si spende per ristrutturare l’abitazione.

Fonte Ufficio delle Entrate:  http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/nsilib/nsi/documentazione/provvedimenti+circolari+e+risoluzioni/circolari/archivio+circolari/circolari+2014/maggio+2014/circolare+n11e+del+21+maggio+2014/circ+11e+del+21+maggio+2014x.pdf

Il Ministero dell’Interno ha appena emanato il Decreto 28.02.2014: regola tecnica di prevenzione incendi per le strutture turistico ricettive all’aria aperta, che definisce le regole per la progettazione, costruzione ed esercizio delle strutture con capacità ricettiva superiore a 400 persone.
La regola tecnica si applica sia ai nuovi che alle esistenti strutture e richiede che il titolare dell’attività rispetti le regole qui definite entro determinati tempi.

Di fatto il decreto richiede che tutte le strutture di questo tipo, per poter operare, debbano essere prima di tutto definite come categoria ai fini antincendio.
La categorizzazione richiede di valutare una serie di parametri legati alla dimensione, tipologia di aree circostanti, abitat insediativo, tasso di sfruttamento ricettivo, scenario incidentale, etc., che solo un professionista antincendio può definire e certificare.

A seguito di questa operazione preliminare sarà possibile definire e adottare le misure strutturali ed organizzative necessarie, diverse struttura per struttura, realizzabili anche in tempi diversi.
Per informazioni, ONE+, forte di professionisti esperti iscritti all’Elenco dei progettisti antincendio presso il Ministero dell’Interno, offre la sua competenza ed esperienza.

0 comments

Vercelli Efficiency
Efficienza energetica negli edifici: un’opportunità di risparmio

Mercoledì 12 marzo 2014
ore 15:00
Salone Dugentesco
Via Galileo Ferraris, Vercelli

In un perido di crisi per il mercato delle nuove costruzioni acquisiscono sempre maggiore importanza gli interventi di riqualificazione degli edifici esistenti. Tali interventi, se correttamente progettati e realizzati, sia a livello di involucro che di impianti, comportano notevoli miglioramenti delle prestazioni energetiche e determinano un cambio di classe energetica dell’immobile.
Tutto ciò, oltre a garantire alle unità immobiliari un aumento del comfort abitativo ed un notevole risparmio dei consumi energetici, da luogo ad un aumento di valore di ogni singolo appartamento facente parte dello stabile riqualificato.
Durante il convegno verranno evidenziate le corrette soluzioni tecnologiche da adottare in un intervento di riqualificazione energetica, gli incentivi fiscali attualmente operativi ed inoltre le possibilità per i Condomini di usufruire del Servizio Energia da parte delle ESCO (Energy Service COmpany).

Per SCARICARE IL PROGRAMMA COMPLETO, clicca qui