Tag: sismabonus

All’interno della Manovra per la Legge di Bilancio 2017 ci sono novità su Ecobonus e Sisma Bonus. Nelle ultime settimane, sono state messe sul tavolo ipotesi su tempistiche e percentuali di detrazione diverse, sia per le4 abitazioni private sia per i condomìni.

L’ Ecobonus 2017 per i Condomini può arrivare fino al 75%, stabilizzato fino al 2021 e rimane detraibile in 10 anni. Queste sono le principali novità previste dall’Ecobonus per i condomìni, che introducono un meccanismo premiante in base ai risultati di risparmio dei consumi ottenuti. In condominio, si possono spendere quarantamila euro per appartamento, con una detrazione del 65% che può arrivare al 70% se riguarda l’involucro (il cappotto) dell’edificio e al 75% se la certificazione prova il miglioramento della prestazione energetica invernale e estiva. Si segnala che saranno previsti controlli a campione.

L’Ecobonus 2017 è e2steso anche agli alberghi. Fino all’approvazione della Manovra, la detrazione degli alberghi rimane al 30%.

Prevista la proroga di 1 anno della detrazione 50% per le ristrutturazioni edilizie e per il bonus mobili ed elettrodomestici, sempre al 50%.

Per le ristrutturazioni, i lavori possono essere fatti fino a 96 mila euro di spesa per unità immobiliare.

Il Sisma Bonus sarà utilizzabile anche in zona 3, continuerà a partire dal 50% ma potrà arrivare fino all’85%, se l’edificio viene migliorato di 2 classi di rischio. L’agevolazione, con tetto di spesa fissato a 96.000 euro l’anno, viene stabilizzata fino al 2021, vale per i condomini e per le abitazioni singole e si potrà detrarre, quindi recuperare, in 5 anni anziché in 10. Le percentuali di sconto aumentano al 70 e 80% per le case e al 75 e 85% dei condomini, nei quali sarà possibile cedere a terzi la detrazione sulle parti comuni. Il Sisma Bonus varrà dal 2017 anche per le seconde case e le attività produttive. Tra le spese detraibili rientreranno anche quelle per la classificazione e verifica sismica.